“Il basket è un mistero. Puoi fare tutto bene. Puoi avere il mix perfetto di talenti e il miglior sistema offensivo. Puoi avere la strategia difensiva perfetta e preparare i tuoi giocatori per ogni possibile eventualità. Ma se i giocatori non hanno il senso di unità come gruppo, i tuoi sforzi non valgono nulla. E il collante che unisce una squadra può essere così fragile e cosi sfuggente.”

Forse è proprio nelle parole del grande Phil Jackson la chiave di molte partite e in particolare della sfida tra Polismile e Atlavir di Lunedi sera per il campionato femminile di serie C. Una sfida cruciale soprattutto per la classifica delle padroni di casa che con questo successo mettono in cassaforte almeno il terzo posto con  importanti vantaggi nei playoff e che ha messo di fronte due squadre con una chiara differenza “mentale” prima che fisica e tecnica. Polismile, pur priva di Montanaro, immediatamente in partita (19-9 il 1q),  concentrata e combattiva per tutti i 40 minuti e sempre avanti nel punteggio, ha dimostrato una volta di più che sa competere ad alto livello in questo campionato. Il lavoro di crescita e di integrazione del gruppo delle under con le senior comincia a dare i suoi frutti ed è presumibile pensare che sempre più giovani si ritaglieranno un ruolo importante nella prima squadra.

Dall’altra parte una Atlavir a tratti irriconoscibile, grazie soprattutto ad un’attenta ed energica difesa delle padroni di casa che non ha permesso alle ragazze di coach Ciavarra di entrare quasi mai in partita se non nel secondo quarto, unico vinto (16-19) con diverse giocatrici al di sotto delle loro medie e delle loro prestazioni abituali.

Polismile si gode i 41 punti delle senior e soprattutto i 27 delle tre Under utilizzate. Anche le statistiche sono più che confortanti, con un egregio 25/35 (70%) ai tiri liberi, termometro sensibile della salute della squadra. Prima però che salga la “febbre” dei playoff, ci attende l’ultima sfida della stagione con Biella in casa sabato prossimo, anche questa ha un significato particolare contro una squadra che aveva strapazzato all’andata Martire & Co. ma che potrebbe dare una conferma ai miglioramenti emersi e ulteriore sicurezza per il futuro imminente.

 

LAPOLISMILE- POL. ATLAVIR: 68-52 (19-9;16-19;17-10;16-14)

LAPOLISMILE: Ponzin 20, Vela 7, Martire 10, Alliegro 4, Margaria 11, Fahmy 8, Zecchina 8, Cera n.e., Scalenghe n.e., Salvetti n.e., Rinaudo n.e., Grattapaglia n.e.

POL.ATLAVIR: Cazzulo 13, Gallo 2, Tarantino 12, Caron 3, Ramellini 5, Bisignano 2, Ercole 4, Viale 7, Lancini, Tappero