Il basket Polismile non si ferma e progetta il futuro: insieme ieri, oggi e domani

 Lettera aperta del presidente Polismile, Vittorio Ghirlassi.

 

Care atlete, genitori, allenatori e dirigenti,

 

le parole del presidente della Fip, Gianni Petrucci, hanno ufficializzato quello che ormai molti attendevano: la stagione della pallacanestro italiana di base, quella della passione e dei sacrifici, del minibasket, delle giovanili e dei campionati senior regionali, è purtroppo finita. Abituati a lottare sportivamente contro avversari grandi, grossi ma spesso corretti, siamo stati costretti a fermarci di fronte a un nemico piccolo, quasi invisibile, ma spietato. Si ferma la pallacanestro agonistica italiana ma non si ferma la Polismile: in questi giorni ci avete inviato i vostri video, ci avete raccontato cosa significhi per voi pallacanestro, quanto sia grande la passione e quanto vi manchi il gioco più bello del mondo.

Adesso tocca a noi raccontarvi la nostra passione, che in questi giorni ci ha dato la forza di andare avanti, di pensare al futuro anche quando le incertezze riguardano il presente. Non vogliamo fermarci, perché il vostro sorriso, la vostra gioia nel giocare a pallacanestro, i vostri sacrifici non devono essere travolti dall’emergenza, ma devono essere il punto da cui ripartire per i prossimi mesi: tutti insieme, atlete e genitori, allenatori e dirigenti. Sarà un periodo di sacrifici e non ci sottrarremo a questa grande sfida. La sirena del campionato è suonata, la fine della stagione agonistica è arrivata improvvisa, più dolorosa di una sconfitta ma che accomuna tutte le società, tutti gli sportivi, tutti gli amanti del nostro splendido sport. Difficile andare avanti senza la palla che rimbalza, senza la delusione dei tiri sbagliati e la gioia del “ciuff”, senza gli assist e i rimbalzi. Senza le compagne di squadra e gli allenatori, i dirigenti, i genitori che tifano a bordo campo.

Quando finisce una partita, il pensiero va immediatamente a quella successiva, al prossimo capitolo di questo romanzo d’amore tra noi e la pallacanestro.

Non sappiamo quando l’emergenza finirà e non vogliamo prendere la parola trattando argomenti che non conosciamo: ma vi garantiamo che appena sarà dato il via libera, noi saremo pronti a ripartire. Stiamo lavorando in chiave estiva e ci piace pensare che giugno non sia la fine della stagione 2019/2020, ma l’inizio di quella successiva, un primo passo verso la normalità, verso la pallacanestro. Il nostro progetto continua e ce lo dimostrate ogni giorno: ecco perché l’estate potrebbe rappresentare la miglior appendice ad un anno difficile, dedicando il tempo al miglioramento individuale che i nostri allenatori, i vostri allenatori, stanno pianificando e progettando con la medesima passione con cui vivono quotidianamente l’attività agonistica al vostro fianco. Non solo ne abbiamo voglia, ma stiamo già lavorando per quello.

 

La pallacanestro Polismile non si ferma e progetta il nostro futuro: insieme ieri, oggi e domani

 

Releated

Riparte la stagione del basket Polismile

Con la pubblicazione da parte della Federbasket dei protocolli sanitari per la ripartenza e il riconoscimento da parte del CONI dell’interesse nazionale dell’attività svolta dalle società sportive affiliate alla FIP, dai primi di febbraio La Polismile ha ricominciato gli allenamenti in palestra con tutti i gruppi giovanili fino all’annata 2010. La società torinese resta in […]