Un weekend al PalaRuffini con Iren Fixi e Polismile

“Due giorni di grande pallacanestro. Siamo orgogliosi di farne parte in maniera attiva”. La soddisfazione è evidente nelle parole del presidente di Polismile, Vittorio Ghirlassi, pochi istanti dopo la conclusione della finale del trofeo Piramis, evento creato per festeggiare i 60 anni di Pallacanestro Torino. La sconfitta dell’Iren Fixi, la Serie A1 di Torino di cui LaPolismile è settore giovanile, è arrivata nel finale contro la corazzata Famila Schio, conferma della bontà delle scelte effettuate in estate dalla società presieduta da Giovanni Garrone ed allenata da Massimo Riga.
“Siamo cresciuti tantissimo in questi anni – prosegue Ghirlassi -, e l’accordo con Pallacanestro Torino è la cartina al tornasole della nostra evoluzione. Tante nostre atlete si stanno allenando con la Serie A1, dopo essere cresciute esponenzialmente grazie al lavoro del nostro staff tecnico negli anni scorsi. L’ingresso di Maurizio Salvemini nello staff ci ha permesso di inserire un altro grande professionista in uno staff di primissimo piano”.
Le atlete biancorosse hanno animato le due giornate del PalaRuffini, prossimo a trasformarsi in PalaGianniAsti: sabato le Gazzelle hanno giocato sul prestigioso parquet cittadino, seguite alle 12 dall’amichevole delle Under 16 contro Novara. Domenica, nell’intervallo della finale per il primo posto, sono scese in campo le Under 13 e Under 14 per un match d’esibizione.

Releated

Serie B e settore giovanile: LaPolismile rilancia il basket femminile a Torino

Prime mosse ufficiali per LaPolismile Basket in vista della prossima stagione. Lunedì 3 agosto, infatti, la società biancorossa ha ufficialmente avanzato la richiesta di riposizionamento nel campionato di Serie B femminile per la stagione 2020/2021. Dopo aver disputato due campionati di Serie C, sempre improntati sulla crescita e lo sviluppo del settore giovanile, LaPolismile attende […]

Ghirlassi: “Polismile, ambizione e progettualità. Lavoriamo per il futuro del basket”

Gestire una società sportiva, farla crescere, migliorare, vincere, è principalmente una questione di programmazione e organizzazione. Due concetti che fanno fatica a sopravvivere nel mondo stravolto da fattori esterni come la pandemia di Covid 19, che ha fermato lo sport italiano per diversi mesi. Ora, però, si deve pensare alla ripartenza, a progettare le prossime […]